Martedì 31 ottobre e mercoledì 1 novembre 2017 nel centro storico di Serramonacesca (PE) si rinnova l’appuntamento con L’Aneme de le Morte e la Sagra della Zucca, evento organizzato dell’Associazione culturale Retroterra, con il patrocinio del Comune di Serramonacesca.

La tradizione popolare abruzzese è ricca di leggende, culti, credenze e racconti inerenti alle festività del 1° e 2 novembre. Nei numerosi borghi d’Abruzzo nel corso dei secoli l’interazione fra riti pagani e cristianesimo ha dato vita ad interessantissime e peculiari tradizioni locali.

A Serramonacesca si narra che nelle nebbiose sere di ognissanti e di tutti i morti, le anime dei defunti vaghino per le vie del paese, fermandosi nelle case a chiedere che venga dato loro qualcosa. Tale credenza, comune a molte zone d’Abruzzo è sopravvissuta a Serramonacesca, dove l’anima dei trapassati è rappresentata da zucche lavorate a mo’ di testa.

I bambini passando di casa in casa, recando con loro le zucche illuminate da una candela, bussano alle porte e come tradizione vuole, alla risposta del padrone “Chi è?” essi rispondono in coro: “L’ANEME DE LE MORTE”.

Quindi i bravi Serresi offrono loro monetine, frutta secca, caramelle, ecc.

Inoltre vengono allestiti stand gastronomici con piatti tipici a base di zucca, pizza fritta, pizza con mortadella, dolci tradizionali, salumi e formaggio pecorino di Serramonacesca, birra, Vin Brulè, castagne e molto altro…

100 mq di posti al coperto per gustare i piatti della tradizione!

PROGRAMMA

Martedì 31 ottobre

  • ORE 19:00
    Apertura Sagra

    “La cungreghe de le canture”: esibizione itinerante di gruppi, musica tradizionale abruzzese, canti e balli presso lo stand ed intorno al fuoco. Tutti i cantori e i musicanti sono invitati con “Gruppo Maccabbarri”.

  • ORE 22:00
    Musica live con Zarrafolk: reggae folk dialettale.
    Armigeri e Balestrieri Città di Bucchianico, torture di streghe ed eretici.

Mercoledì 1 novembre

  • ORE 14:30 fino alle ore 23:00
    “Pe le ruve a sentì le fattarelle”: tradizioni, fiabe, leggende ed altre stregonerie per le vie del centro storico con spettacoli itineranti di artisti di strada e cantastorie. Trampolieri de “La Compagnia nell’Ilex”.
    Armigeri e Balestrieri Città di Bucchianico, torture di streghe ed eretici.
  • ORE 16:30
    “La Checocce chiò belle”: gara della zucca più bella. Cinque giurati daranno un punteggio da 6 a 10 alla zucca meglio lavorata “Cocce de Morte” (le iscrizioni gratuite si effettueranno in serata entro le ore 16:15)
  • ORE 17:30
    Apertura Sagra

La mappa dell’evento:
L'Aneme de le Morte e Sagra della Zucca a Serramonacesca il 31 ottobre e 1 novembre 2017 1